CONTRATTO SCUOLA, TELENOVELA OFFENSIVA

 aran_signal_off"Ormai è evidente che la trattativa per il rinnovo del contratto scuola si aprirà nel 2018 e lo scenario che si prospetta è avvilente, considerata l'insufficienza delle risorse anche rispetto agli 85 euro lordi stanziati in base all'accordo del 30 novembre scorso siglato dagli altri sindacati e dal Governo.

Se la situazione non si sbloccherà in tempi rapidi, la Federazione Gilda Unams chiamerà la categoria alla mobilitazione".

Così Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Fgu, interviene in merito alla questione del rinnovo contrattuale che definisce una vera e propria "telenovela" iniziata un anno fa.

MOBILITÀ, FUMATA NERA PER IL CONTRATTO PONTE

Mobilità, fumata nera per il contratto ponte.

"Come già accaduto nei giorni scorsi, anche questa mattina l'incontro tra Miur e sindacati non si è svolto a causa dell'assenza di tutte le delegazioni sindacali".

A dichiararlo è la Gilda degli Insegnanti che ribadisce la propria forte contrarietà alla stipula di un contratto fotocopia di quello dell'anno scorso.

"Chiediamo con forza il ripristino della fase comunale, nonché la revisione della percentuale destinata ai trasferimenti interprovinciali".

Roma, 20 dicembre 2017

Scatti di anzianità ai precari. Anief: altre 10 sentenze condannano il Miur per discriminazione

 È una posizione ormai consolidata proprio grazie alla sapiente azione dei nostri legali e in tutte le sentenze viene riconosciuta senza ombra di dubbio l’illegittimità dell’operato del Miur che viola palesemente la Direttiva 1999/70/CE. Nuovamente sancito in tribunale, dunque, il pieno diritto di altri 10 lavoratori per anni sfruttati dal Miur con contratti a termine “al riconoscimento dell’anzianità di servizio maturata in relazione ai periodi di servizio effettivamente prestati ai fini della attribuzione della medesima progressione stipendiale prevista per i dipendenti a tempo indeterminato dai CCNL succedutisi nel tempo” e il MIUR viene condannato al pagamento di tutte le differenze retributive mai corrisposte. Leggi tutto "Scatti di anzianità ai precari. Anief: altre 10 sentenze condannano il Miur per discriminazione"

Educatori e pedagogisti: cenerentola delle professioni sociali. Approvare la legge Iori per ridare dignità

Sono state le norme locali che ci hanno fatto diventare la cenerentola delle professioni sociali, che hanno creato le condizioni di un risveglio culturale prima, sindacale poi. Sono state  le paghe di fame e le condizioni di lavoro di sfruttamento che hanno fatto lucrare chi nel sociale ha visto un nuovo business, su cui investire come su gli immigrati, che le mafie considerano pi+ lucrosi della droga. Leggi tutto "Educatori e pedagogisti: cenerentola delle professioni sociali. Approvare la legge Iori per ridare dignità"

Servizio nelle paritarie valido nella ricostruzione carriera, un emendamento alla Legge di Bilancio

“In considerazione del ruolo delle scuole paritarie nel concorrere insieme alle scuole statali al funzionamento del sistema nazionale di istruzione, ai docenti che hanno prestato servizio nelle scuole paritarie è attribuito il medesimo punteggio previsto per il servizio preruolo svolto nella scuola statale.

A tal fine il Miur, con proprio provvedimento da adottare entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, adotta un provvedimento per riconoscere il servizio preruolo prestato nelle scuole paritarie, in ragione della pari dignità tra le istituzioni scolastiche statali e non statali sancita dalla legge n. 62 del 2000. Il Contratto collettivo nazionale integrativo si adegua alle disposizioni di cui al presente comma”

L'articolo Servizio nelle paritarie valido nella ricostruzione carriera, un emendamento alla Legge di Bilancio sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

LEGGE 107/2015, CON SENTENZA CONSULTA SU CONCORSI CROLLA PRIMO MATTONE

secchio_bucato"Con la bocciatura da parte della Corte Costituzionale del comma 110 dell'articolo 1 della legge 107/2015, cede un mattone importante della riforma.

A questo primo crollo ci auguriamo ne seguano altri, così da demolire i pilastri su cui si fonda la 'Buona Scuola', primo fra tutti la chiamata diretta dei docenti".

Così il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, commenta la sentenza della Corte Costituzionale che dichiara illegittima l'esclusione dai concorsi dei docenti di ruolo in servizio nelle scuole statali".

Roma, 6 dicembre 2017