CONTRATTO, GILDA: SU FUNZIONE DOCENTE E ORARIO DI LAVORO NON ARRETREREMO DI UN PASSO

an_27_gennaio_2018_gildaTVRino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, spiega la posizione espressa dall’Assemblea nazionale riunitasi a Roma il 26 e 27 gennaio per discutere del rinnovo contrattuale.

  “La bozza di articolato prodotta dall’Aran, fatta circolare e neppure ancora discussa, è del tutto inaccettabile.

Se il contratto dovesse assomigliare a questa bozza, noi non potremmo assolutamente sottoscriverlo.

E deve essere chiaro che non saremmo disponibili a firmarlo neanche se le risorse stanziate per l’aumento stipendiale aumentassero, perché per il nostro sindacato funzione docente e orario di insegnamento sono punti fondamentali di cui chiediamo il pieno rispetto.

Se non si scioglieranno questi nodi, non si andrà da nessuna parte”.

Contratto scuola: più poteri ai dirigenti scolastici, vincolo triennale della mobilità. Il no dello Snals

Il rinnovo del contratto di lavoro è in una fase di stallo e lo Snals-Confsal ha bocciato l’ultima bozza di articolato presentata dall’Aran nel corso del negoziato, che, nonostante qualche apertura, è distante dalle sue posizioni. Dopo diversi incontri deludenti, vuoi per la metodologia vuoi per i contenuti presentati dall’Aran alle organizzazioni sindacali, lo Snals […] Leggi tutto "Contratto scuola: più poteri ai dirigenti scolastici, vincolo triennale della mobilità. Il no dello Snals"

Pubblicato in G.U. il decreto sull’istituzione del Quadro Nazionale delle Qualificazioni

Nel primo articolo sono elencate le finalità del Quadro nazionale: 1. Con il presente decreto e’ istituito il Quadro nazionale delle qualificazioni (di seguito QNQ) quale strumento di descrizione e classificazione delle qualificazioni rilasciate nell’ambito del Sistema nazionale di certificazione delle competenze di cui al decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13. Leggi tutto "Pubblicato in G.U. il decreto sull’istituzione del Quadro Nazionale delle Qualificazioni"

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Piano di azione nazionale per l’istituzione del Sistema integrato di educazione e di istruzione 0/6 anni

Nell’articolo 3 comma 1 della delibera sono elencati gli interventi da effettuare e le loro finalità: a) interventi di nuove costruzioni, ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo, riqualificazione funzionale ed estetica, messa in sicurezza meccanica e in caso di incendio, risparmio energetico e fruibilita’ di stabili di proprieta’ delle amministrazioni pubbliche; Leggi tutto "Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Piano di azione nazionale per l’istituzione del Sistema integrato di educazione e di istruzione 0/6 anni"

Domanda di mobilità, come indicare le sedi di organico

Nella domanda di mobilità ai fini dei trasferimenti e dei passaggi è possibile scegliere delle preferenze fino ad un numero massimo di 15. Per quanto riguarda il modello di domanda di mobilità territoriale questo è unico sia per la fase provinciale che per quella interprovinciale, mentre per la mobilità professionale (passaggio di ruolo e cattedra) […]

The post Domanda di mobilità, come indicare le sedi di organico appeared first on Tecnica della Scuola.

I docenti uniti per un piano di rientro ed il CCNL in discussione

Siamo in un momento cruciale della trattativa per il rinnovo del CCNL comparto Scuola nel quale sembra difficile innanzitutto mantenere fede all’accordo politico del 30 novembre 2016 tra Governo e Sindacati che aveva stabilito per tutti gli statali un aumento che non poteva scendere sotto le 85 euro lorde. Persino questa cifra, già irrisoria rispetto alla media […]

The post I docenti uniti per un piano di rientro ed il CCNL in discussione appeared first on Tecnica della Scuola.

Diplomati magistrali. Campagna di dimissioni dagli incarichi accessori

Per questo i maestri e le maestre di Milano e provincia, che dal 27 dicembre sono in mobilitazione continua, hanno deciso di affiancare alle proteste di piazza anche azioni visibili all’interno delle loro scuole attraverso una particolare forma di lotta: le dimissioni dagli incarichi accessori e da ogni attività non obbligatoria.

Pian piano quindi i docenti stanno facendo pervenire ai dirigenti scolastici e alle segreterie delle proprie scuole lettere di dimissioni da incarichi come presidente di interclasse, responsabile di laboratorio, commissioni, progetti, responsabile di plesso, tutor di docenti neo-immessi o in formazione e tutte quelle altre attività di responsabilità non espressamente indicate nel contratto che i docenti da anni svolgono volontariamente per assicurare il buon funzionamento della scuola.

“Se per i tribunali il nostro titolo non è valido per la stabilizzazione – dicono i maestri e le maestre – non può esserlo neanche per l’assunzione di cariche di responsabilità funzionali al corretto andamento della scuola”.

La protesta dei diplomati magistrali e la campagna di dimissioni continua e speriamo che presto si estenda ad altre zone d’Italia e coinvolga anche tutti gli altri lavoratori della scuola precari (Tra, Pas, Sfp, non abilitati) che da anni reggono la scuola pubblica e lo Stato tiene in una perenne condizione di precarietà.

L'articolo Diplomati magistrali. Campagna di dimissioni dagli incarichi accessori sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.