Mobilità da sostegno a posto comune sarà su 100% delle disponibilità

I docenti titolari su posto di sostegno, se hanno superato l’obbligo quinquennale di permanenza su tale tipologia di posto, potranno chiedere mobilità territoriale o professionale sul 100% dei posti comuni disponibili. Massimo entro il 30 dicembre verrà pubblicata l’ipotesi di CCNI mobilità 2019-2022. Da sostegno a posto comune ecco come si passa Richiedere il passaggio […]

The post Mobilità da sostegno a posto comune sarà su 100% delle disponibilità appeared first on Tecnica della Scuola.

Reclutamento, prima assumere i precari e poi indire regolarmente i concorsi: il punto dei sindacati

Prima di Natale, la Tecnica della Scuola ha realizzato un approfondimento chiedendo ai principali sindacali del mondo della scuola la propria opinione sull’attualità scolastica. Uno dei temi affrontati nel corso dell’intervista è quello relativo al reclutamento e ai prossimi concorsi, guardano anche alle novità previste in legge di bilancio 2019 in merito alla scuola secondaria, che […]

The post Reclutamento, prima assumere i precari e poi indire regolarmente i concorsi: il punto dei sindacati appeared first on Tecnica della Scuola.

Supplenze ATA: diritto alla proroga del contratto durante le festività

Il quesito di un nostro lettore “Sono un coll. scolastico   con un contratto fino al 21 dicembre (supplenza breve) il coll. Scolastico che sostituisco se chiede per il periodo di sospensione didattica ferie  e poi  si assentasse nuovamente ,avrei diritto alla proroga del contratto.

Proroga dei contratti ai supplenti

Al personale con rapporto di lavoro a tempo determinato si applicano le disposizioni dell’art. 40, comma 3 e art. 60 commi 1 e 2, del CCNL 29/11/2007. Anche il personale ATA, ove ne ricorrano le condizioni, ha diritto alla proroga.

Pertanto qualora il titolare “…si assenti in un’unica soluzione a decorrere da una data anteriore di almeno sette giorni all’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e fino a una data non inferiore a sette giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il rapporto di lavoro a tempo determinato è costituito per l’intera durata dell’assenza. R

Rileva esclusivamente l’oggettiva e continuativa assenza del titolare, indipendentemente dalle sottostanti procedure giustificative dell’assenza del titolare medesimo.

L'articolo Supplenze ATA: diritto alla proroga del contratto durante le festività sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Carta docente, 31 dicembre termine per utilizzare gli importi dell’a.s. 2016/2017

Il 31 dicembre 2018 è il termine ultimo per utilizzare gli importi relativi all’anno scolastico 2016/2017 della carta del docente. Lo ha ricordato il Miur, sul portale cartadeldocente.istruzione.it, comunicando inoltre che dal 1° gennaio 2019 il valore del portafoglio non potrà essere superiore a 1000 euro (500 euro dell’a.s. 201/2018 e 500 euro dell’a.s. 2018/2019). Sempre […]

The post Carta docente, 31 dicembre termine per utilizzare gli importi dell’a.s. 2016/2017 appeared first on Tecnica della Scuola.

Manovra del governo, rassegna stampa.

(DIRE) Roma, 21 dic. – “Bene lo sblocco del turn over, che
consentira’ di evitare il collasso di molti uffici della pubblica
amministrazione, ma restano riserve e perplessità sugli
stanziamenti insufficienti per il rinnovo dei contratti”. Rino Di
Meglio, segretario della Confederazione generale sindacale (CGS)
e coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, tira cosi’
le somme dell’incontro appena terminato con il presidente del
Consiglio, Giuseppe Conte, sulla legge di Bilancio. “Abbiamo
apprezzato molto – prosegue Di Meglio – la cortesia istituzionale
da parte del premier di riceverci per consultarci sulle misure
contenute nella manovra. Al tempo stesso, pero’, visti i tempi
stretti per l’approvazione della legge, non possiamo non rilevare
la necessita’ di alcuni correttivi, ad esempio sul fronte delle
pensioni”.  Leggi tutto “Manovra del governo, rassegna stampa.”

Mobilità, raggiunto l´accordo

Mobilità, raggiunto l´accordoLa FGU ha approvato l´accordo di massima convenuto stamattina a viale Trastevere tra i rappresentanti dell´Amministrazione scolastica e delle Organizzazioni sindacali firmatarie del contratto di lavoro. L´intesa è stata raggiunta per permettere al Ministero dell´istruzione di rispettare la tempistica delle operazioni propedeutiche all´ordinato avvio del prossimo anno scolastico. Al fine di adeguare le disposizioni contenute del testo negoziale alle innovazioni che saranno introdotte con la nuova legge di bilancio, la firma dell´ipotesi di contratto avverrà nei prossimi giorni. La Gilda ha rifiutato di firmare il contratto sulla mobilità per 4 anni di seguito, perché conteneva le disposizioni di attuazione del sistema degli ambiti e della chiamata diretta previsti dalla legge 107/2015. Quest´anno, invece, ha dato l´ok all´accordo perchè il governo ha deciso di cancellare gli ambiti e la chiamata diretta ripristinando il diritto alla titolarità della sede per tutti i docenti.

Federazione GILDA UNAMS – COMUNICATO STAMPA

PENSIONI, GILDA: “INSEGNANTI SEDOTTI E ABBANDONATI DA QUOTA 100”

Allungando la finestra di 6 mesi per i lavoratori pubblici che hanno maturato i requisiti entro il 31 marzo, chi vuole usufruire di quota 100 potrà andare in pensione entro il 1 ottobre. Considerato che per gli insegnanti i tempi di pensionamento sono basati sull’anno scolastico anziché su quello solare, per loro il termine si sposta al 2020: di fatto, quindi, la misura contenuta nella legge di Bilancio taglia fuori del tutto i docenti”. Così Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, commenta la clausola sulle finestre allungabili a 6 mesi per quota 100 contenuta nella bozza di decreto elaborata dal Governo. Leggi tutto “Federazione GILDA UNAMS – COMUNICATO STAMPA”

PRECARI, GILDA: PROCEDURA AD HOC PER I DOCENTI CON 36 MESI DI SERVIZIO

teaching Le modifiche al percorso FIT proposte dal Miur e introdotte nella legge di Bilancio rischiano di rivelarsi un flop.

Per evitare di replicare il fallimento del piano straordinario di assunzioni previsto dalla legge 107/2015, la Gilda degli Insegnanti ritiene che si debba intervenire con una procedura riservata a coloro che hanno almeno tre anni di servizio negli ultimi otto anni e con una proposta innovativa e strutturale in grado di ridurre a livelli fisiologici la percentuale di docenti precari.

Per chi ha almeno tre anni di servizio negli ultimi otto, la Gilda suggerisce di eliminare la richiesta dei 24 CFU aggiuntivi per tutte le classi di concorso e di istituire un concorso riservato seguito da un anno di formazione sul campo da svolgere in una scuola già dal prossimo anno scolastico con la supervisione di un tutor.

LETTERA DI NATALE A CONTE: LA DIGNITÀ PROFESSIONALE NON È UN REGALO

lettera_ConteRecuperare lo scatto di anzianità del 2013, scippato ai docenti "in virtù di sacrifici evidentemente non richiesti ad altri"; maggiori risorse da destinare agli incrementi stipendiali nel prossimo rinnovo contrattuale; abrogazione della famigerata legge 107/2015 ed estromissione di genitori e alunni dal comitato di valutazione.

Sono questi i "doni" che la Gilda degli Insegnanti chiede nella "letterina di Natale" indirizzata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

"L'anno volge al termine - si legge nella missiva inviata al capo del Governo - ed è tempo di buoni propositi.

Appare stridente in questo contesto leggere, nelle bozze della legge di Bilancio, la totale assenza di risorse per il rinnovo del contratto degli insegnanti".
Il sindacato guidato da Rino Di Meglio, dunque, lancia un appello affinché i risparmi realizzati grazie "alle lodevoli iniziative di taglio agli sprechi, alle prebende della classe politica e alle 'pensioni d'oro' vengano redistribuiti in modo più equo.