Una nuova procedura selettiva RISERVATA AGLI EX LSU per la copertura di 590 posti ancora vacanti.

In data 16 febbraio 2022 presso il Ministero dell’Istruzione si è svolto - in video conferenza - l’incontro di informativa relativamente alla Bozza del Decreto Interministeriale ex LSU per l’attuazione di quanto previsto dall’ art.58, del decreto legge 21 giugno 2013 n. 69, da ultimo modificato dalla legge di Bilancio 30 dicembre 2021, n.234, comma 5 septies.

La norma, come modificata, prevede che il Ministro dell’Istruzione sia autorizzato ad avviare una procedura selettiva per la copertura dei posti ex LSU residuati all’esito delle precedenti procedure selettive.

La nuova procedura è finalizzata ad assumere alle dipendenze dello Stato, a decorrere dal 1/9/2022, il personale già LSU, in possesso dei requisiti, che non ha potuto partecipare alle precedenti procedure per mancata disponibilità di posti nella provincia di appartenenza, sui posti ex LSU ancora vacanti pari a complessivi 590.  

E’ stata illustrata alle Organizzazioni Sindacali la BOZZA del decreto che prevede l’attivazione a livello provinciale, di nuove procedure selettive con possibilità per gli aspiranti collocati nelle graduatorie di merito che andranno a formarsi, di chiedere la collocazione in una graduatoria nazionale per l’immissione in ruolo una tantum sui posti residui.

La bozza di decreto prevede che le assunzioni potranno essere effettuate anche a tempo parziale. La delegazione della Federazione Gilda Unams, presente al tavolo, ha evidenziato la superficialità con la quale il nostro legislatore continua a legiferare su questioni che andrebbero approfondite in ogni dettaglio; ha ricordato che l’Amministrazione non ha ancora onorato l’impegno assunto lo scorso quando si era impegnato a trovare la soluzione per restituire i posti tagliati nell’organico ATA.

E’ stato ricordato al riguardo che lo scorso anno, a seguito dell’applicazione di una legge dello Stato, vennero trasformati i contratti di alcuni lavoratori ex LSU assunti in ruolo come collaboratori scolastici da part time a ful time, utilizzando oltre 2000 posti dell’organico del personale ATA.

Il Ministero in una apposita intesa con le OOSS assicurò, che avrebbe trovato il modo di restituire i posti tagliati. Ad oggi pero tutto questo non è avvenuto. Il rischio che quanto accaduto lo scorso anno si ripeta anche con questa nuova procedura è reale. Le stesse preoccupazioni sono state espresse dalle altre delegazioni presenti. Da tutti è stato richiesto di aprire da subito un confronto per affrontare queste ed altre questioni urgenti che riguardano il personale ATA. Il dott. Serra, in rappresentanza dell’amministrazione, ha garantito di farsi carico della richiesta dei Sindacati informandone chi di dovere.

La delegazione FGU

 

INTESA per 4485 collaboratori scolastici, ex LSU, destinatari della trasformazione del contratto da part time a tempo pieno.

L’intesa sugli ex LSU, raggiunta il 18 maggio 2021 tra Ministero dell’Istruzione e Sindacati, rappresenta solo un primo passo avanti.

L’accordo raggiunto pone le premesse per risolvere le varie questioni conseguenti alla internalizzazione dei servizi e, in particolare, le problematiche conseguenti alla trasformazione dei contratti da part time a tempo pieno di 4485 collaboratori scolastici ex LSU.

Come si sa, il legislatore con la Legge 178 del 30 dicembre 2020, art.1, comma 964 ha autorizzato, in aggiunta alle ordinarie facoltà assunzionali, a coprire n. 2288 posti rimasti vacanti e disponibili nell’organico di diritto del personale ATA, non coperti a tempo indeterminato nell’anno scolastico 2020/2021, al fine di trasformare in contratto a tempo pieno il contratto di lavoro a tempo parziale di 4485 collaboratori scolastici assunti, a decorrere dal 1° marzo 2020, in esito alla procedura selettiva di cui all’articolo 58, comma 5.ter del DL59/2013, nonché di assumere, fino a un massimo di 45 unità, con contratto di lavoro a tempo pieno, a decorrere dal 1° settembre 2021, coloro che nella procedura selettiva di cui al citato art.58 – ter, siano risultati in sovrannumero nella provincia in virtù della propria posizione in graduatoria.

Informativa Organici ATA delle Scuole di ogni ordine e grado per l’ anno scolastico 2021/2022

Il 28 APRILE 2021, alle ore 15:30, si è svolto in, video conferenza, al Ministero dell’Istruzione  l'incontro di informativa sugli organici del personale ATA per l'anno scolastico 2021/2022 tra i rappresentanti dell' Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative del Comparto.

I rappresentanti del MIUR hanno fornito informazione sulla  consistenza degli organici del personale Amministrativo Tecnico ed Ausiliario delle Scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2021/2022.

Il dott. Filippo Serra, in rappresentanza del MINISTERO dell’ Istruzione ha fornito una prima informazione sul calo degli alunni che per il prossimo anno scolastico sarà di 98.324 unità con una ricaduta in negativo sulle dotazioni organiche dei diversi profili professionali.

Per scongiurare la diminuzione dei posti, l’Amministrazione ha deciso di rivedere le dotazioni organiche del personale ATA, avuto riguardo alla consistenza del numero degli alunni, al dimensionamento della rete scolastica e alla presenza di alunni disabili, facendo riferimento all'art.3 del D.lvo n. 66/2017 c.d." decreto inclusione" che, al comma 2, lettera b, per la definizione dell'organico del personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA)  prevede la necessità di tenere conto della presenza di bambine e bambini, alunne e alunni, studentesse e studenti con disabilità certificata iscritti presso ciascuna istituzione scolastica statale.

Graduatorie terza fascia Ata: già oltre 80 mila domande

Sono oltre 80 mila le domande arrivate, per la prima volta in via esclusivamente telematica, al ministero dell'Istruzione nelle prime 24 ore di apertura della piattaforma per l'inserimento o l'aggiornamento della terza fascia delle graduatorie di supplenza per il personale Ata della scuola pubblica per il triennio 2021/23, scrive l'Ansa.

L'articolo Graduatorie terza fascia Ata: già oltre 80 mila domande sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie.

Supplenze ATA: diritto alla proroga del contratto durante le festività

Il quesito di un nostro lettore “Sono un coll. scolastico   con un contratto fino al 21 dicembre (supplenza breve) il coll. Scolastico che sostituisco se chiede per il periodo di sospensione didattica ferie  e poi  si assentasse nuovamente ,avrei diritto alla proroga del contratto.

Proroga dei contratti ai supplenti

Al personale con rapporto di lavoro a tempo determinato si applicano le disposizioni dell’art. 40, comma 3 e art. 60 commi 1 e 2, del CCNL 29/11/2007. Anche il personale ATA, ove ne ricorrano le condizioni, ha diritto alla proroga.

Pertanto qualora il titolare “…si assenti in un’unica soluzione a decorrere da una data anteriore di almeno sette giorni all’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e fino a una data non inferiore a sette giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il rapporto di lavoro a tempo determinato è costituito per l’intera durata dell’assenza. R

Rileva esclusivamente l’oggettiva e continuativa assenza del titolare, indipendentemente dalle sottostanti procedure giustificative dell’assenza del titolare medesimo.

L'articolo Supplenze ATA: diritto alla proroga del contratto durante le festività sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.