CONCORSO ORDINARIO SECONDARIA DD 23/2022. Prove scritte a partire dal 14 marzo 2022

Il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato, con Nota 7707 del 23 febbraio 2022, il calendario delle prove scritte del Concorso Ordinario Secondaria DD 23/2022.

É stata data informazione ai sindacati che, per le classi di concorso non ancora incluse nel calendario, sarà dato apposito avviso nella Gazzetta Ufficiale. Questa pagina sarà tempestivamente aggiornata con le ulteriori date pubblicate.

L'elenco delle sedi d'esame, con la loro esatta ubicazione e con l'indicazione della destinazione dei candidati, sarà comunicato dagli USR presso i quali si svolge la prova almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove tramite avviso pubblicato nei rispettivi albi e siti internet. L'avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti. 

Le operazioni di identificazione avranno inizio alle ore 08.00 per il turno mattutino e alle ore 13.30 per il turno pomeridiano. Il turno mattutino è previsto dalle 9:00 alle 10.40 e il turno pomeridiano dalle 14:30 alle 16:10.

Ogni ulteriore informazione e documentazione inerente alla procedura concorsuale è disponibile all’indirizzo https://www.miur.gov.it/web/guest/concorso-ordinario-scuola-secondaria.

Calendario prima prova concorso ordinario secondaria 2022

Calendario prima prova concorso ordinario secondaria 2022

Elezioni RSU, alcune Faq dell’Aran

FAQ RSU 2022Chiarimenti ARAN su liste e diritto all'elettorato attivo e passivo legato agli obblighi vaccinali da parte del personale scolastico

1.   LE LISTE POSSONO ESSERE FIRMATE DIGITALMENTE DAI LAVORATORI CHE SOSTENGONO LA LISTA?

I lavoratori che sostengono la lista devono apporre la loro firma analogicamente.

E’ ammessa solo la firma digitale del presentatore di lista che, potendo trasmettere via pec la lista all’amministrazione/sede RSU, può optare per tale modalità di sottoscrizione così da non necessitare di un’autentica della firma stessa.

Sotto tale profilo, la circolare n.1/2022 al paragrafo 7 prevede che "in caso di invio tramite PEC, la firma del sottoscrittore può essere apposta in modalità digitale, che ne certifica senza ulteriori adempimenti l'autenticità". Tale precisazione è da riferirsi al solo presentatore di lista e non anche ai lavoratori firmatari della stessa.

10 dicembre 2021. SCIOPERO UNITARIO DELLA SCUOLA

Sciopero 10 dicembre 2021

Proclamato lo sciopero generale di tutto il personale docente, Ata ed educativo del Comparto Istruzione e Ricerca – Settore Scuola per l’intera giornata del 10 dicembre 202

La Gilda invita i docenti ad aderire allo sciopero unitario, indetto con Cgil, Uil, Snals, soprattutto per i seguenti motivi: 

 

1.  La scuola ha diritto a stipendi dignitosi, no alle elemosine!

2. Tutto il lavoro va retribuito. No all'obbligo formativo gratuito!

3. Stop alle leggi ammazza-contratto e agli atti unilaterali!     

4. No alle riforme "a invarianza d'organico". La scuola ha bisogno di risorse umane, docenti e ATA! 

5. Si a un sistema strutturale e permanente di abilitazioni per superare l'emergenza del precariato!

6. Si all'insegnamento, no alla burocrazia

7. Si alle autonomie con 500 alunni, la logica dei tagli e accorpamenti non ha pagato!

8. No alla regionalizzazione della scuola!

 

 

“NUOVI” CONCORSI (BANDO 2020), ENTRO METÀ NOVEMBRE LE DATE DELLE PROVE

CONCORSI 2020Nel pomeriggio del 26 ottobre si è tenuta una riunione a distanza tra il Ministero dell’Istruzione e le OO.SS rappresentative del comparto scuola avente per ordine del giorno l’avvio delle procedure concorsuali ordinarie per ogni ordine e grado.

Si tratta dei DM per la ripresa delle procedure concorsuali ordinarie poste in stand by a causa dell’emergenza sanitaria, le cui modalità di svolgimento sono state modificate alla luce delle norme approvate dal Parlamento per la semplificazione delle operazioni concorsuali.

Hanno diritto a partecipare tutti coloro che, avendo i titoli richiesti dal bando, hanno presentato domanda lo scorso luglio 2020.

Sia per posti comuni che su posti di sostegno, il concorso consiste in una sola prova scritta, una prova orale e sulla valutazione dei titoli indicati all’atto della domanda.

La prova scritta consiste in 50 domande a risposta chiusa così suddivise:

Nomine in ruolo ATA – Pubblicato il Decreto con fasi, date e prospetto posti

Per l’attribuzione di ruolo e scelta della sede per scorrimento della graduatoria permanente ATA 24 mesi e concorso DSGA  si procederà tramite l’apposita sezione da Istanze online

Sono previste due fasi

  1. una per la scelta della provincia per scorrimento del concorso DSGA
  2. una per la scelta della sede da parte dei DSGA nominati in ruolo e per l’attribuzione di ruolo e sede per scorrimento della graduatoria permanente ATA 24 mesi

Per la fase 1 – DSGA- la domanda sarà su Istanze online da martedì 11 agosto,

Per la fase 2  DSGA e tutti gli altri profili dal  17 agosto.

Disposizioni concernenti le immissioni in ruolo del personale ATA per l’anno scolastico 2021/2022

 

Oggi 6 agosto 2021, alle ore 15:30, si è svolto in, video conferenza, al Ministero dell’Istruzione l'incontro di informativa sul DM recante disposizioni concernenti le immissioni in ruolo del personale ATA per l’a.s.2021/2022 tra i rappresentanti dell'Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative del Comparto.

Il dott. Filippo Serra, in rappresentanza del MINISTERO dell’Istruzione ha fornito una prima informazione sulla Nota del Ministero dell’Economia e delle Finanze 4 agosto 2021, prot.226153 con la quale sono state autorizzate le nomine in ruolo per l’anno scolastico 2021/2022 del personale ATA,  pari n. 12193 unità, comprese quelle richieste in relazione al profilo di DSGA. (n.948 unità), posti aggiuntivi di Assistente tecnico Area Informatica previsto dall’art.1, comma 967 della Legge 30 dicembre 2020, n.178 ( n.1000 unità) e 48 posti previsti dall’art.1 della legge 30 dicembre 2020, n. n.178 per i sovrannumerari della procedura selettiva ex art.58, comma 5 ter del decreto legge n.69 del 2013 (ex LSU). Successivamente è stato illustrato lo schema di DM con la ripartizione dei contingenti regionali autorizzato, suddivisi per Profili.

nomine Ata

Le assunzioni saranno effettuate sui posti che risultano vacanti e disponibili per l’intero anno scolastico e avranno decorrenza giuridica 1/9/2021 e decorrenza economica dalla data di effettiva assunzione in servizio.  La sede assegnata sarà provvisoria, la sede definitiva verrà assegnata nell’anno scolastico 2022/2023 nella provincia di immissione in ruolo.

Le nomine in ruolo, ad eccezione di quelle del profilo di DSGA, saranno effettuate sulla base delle graduatorie provinciali permanenti valide per l’anno scolastico 2021/2022 aggiornate a seguito dell’espletamento dei concorsi per soli titoli di cui all’O.M.23 febbraio 2009, n.21 e per le stesse si applicano le riserve di cui agli artt.3 e 18 della legge 12 marzo 1999, n. 69 e le riserve di cui agli artt.678, comma 9 e 1014, comma 3, del decreto legislativo 15 marzo 2010 n.66.

Le nomine saranno effettuate sulla base della disponibilità dei posti residui dopo l’espletamento delle procedure di mobilità per l’anno 2021/22 e quindi dopo le operazioni di utilizzazioni e di assegnazione provvisoria in ambito provinciale. L’Apertura della funzione Polis per la scelta della sede è prevista dal 16 agosto 2021. Al termine dell’incontro, la nostra delegazione ha richiesto informazioni su diversi questioni, La prima in merito all’attivazione di un organico ATA aggiuntivo, necessario per garantire l’apertura delle scuole dal primo settembre 2021 in assoluta sicurezza per alunni e personale, la seconda di avere conoscenza dei posti in deroga che annualmente vengono autorizzati in aggiunta all’organico di diritto necessari a garantire il normale funzionamento delle istituzioni scolastiche. Sia sull’organico aggiuntivo che sui posti in deroga il dott. SERRA non ha fornito nessuna rassicurazione, sull’organico aggiuntivo COVID ha dichiarato di non aver notizie, sui posti in deroga ha detto che a decidere saranno gli USR sulla base delle richieste delle Scuole. Il Ministero fa finta di non ricordare l’impegno assunto con le Organizzazioni Sindacali di trovare in sede di organico di fatto la soluzione, anche parziale, ai tagli subiti in questi anni decorsi e per ultimo, ai posti di Collaboratori Scolastici utilizzati per la trasformazione a full - time dei contratti degli ex LSU assunti a part-time, dimostrando ancora una volta la scarsa considerazione per il personale ATA.  SULLA QUESTIONE DEL PERSONALE ATA SAREBBE STATO NECESSARIO MAGGIORE CORAGGIO CHE Il PARLAMENTO, il GOVERNO ED IL NOSTRO MINISTERO NON HANNO VOLUTO O SAPUTO AVERE.

La delegazione Gilda/Unams

Sostegno, fra cattedre vuote e supplentite la continuità didattica è latitante. Ciracì (MiSoS): “Ecco come intervenire”

L'emergenza sostegno prosegue purtroppo senza sosta e le soluzioni stentano ad arrivare. Sono infatti circa 30mila i posti di sostegno liberi dopo i movimenti della mobilità docenti. In base ad uno studio della CISL Scuola la maggior parte dei posti si trova a Nord, con 7 posti liberi ogni 10 (il 63%) a fronte di 23% di posti liberi al Centro e un 14% nel Sud. Ma sul fronte supplentite e discontinuità didattica non sembrano esserci soluzioni concrete all'orizzonte.

L'articolo Sostegno, fra cattedre vuote e supplentite la continuità didattica è latitante. Ciracì (MiSoS): “Ecco come intervenire” sembra essere il primo su Orizzonte Scuola Notizie.